Stampa

Autismo. Maschi e femmine: due sindromi diverse

repubblica.it, Maria Teresa Bradascio

C'è una differenza genetica significativa tra i generi. Anche a livello genetico. E gli studi fatti finora sono per lo più sui ragazzi.

La condizione autistica non solo è diversa da persona a persona, ma anche tra persone di sesso maschile e femminile. E sembra esserci una differenza significativa anche a livello genetico, in particolare nella zona del cervello chiamata striato. Inoltre, il cervello delle bambine autistiche di fronte a segnali sociali, come espressioni facciali e gesti, si attiva in un altro modo rispetto a quello delle bambine non autistiche. Sono i risultati di un nuova ricerca pubblicata sulla rivista Brain dai ricercatori University of Virginia Health System che sottolineano come le conclusioni della maggior parte degli studi sull’autismo - proprio perché si basano fondamentalmente su persone di sesso maschile - non dovrebbero essere prese in considerazione per le bambine.

 Perché questa ricerca

Sebbene, infatti, la diagnosi di disturbo dello spettro autistico sia molto più frequente nei maschi, non significa che l’autismo sia tipicamente maschile, come si è a lungo pensato, ma questo accade perché le differenze di genere fanno sì che molto spesso le bambine e le ragazze sfuggono alla diagnosi. Le caratteristiche dell’autismo femminile sono poco conosciute e i ricercatori in questo studio ne hanno voluto indagare principalmente gli effetti a livello cerebrale, tramite tecniche avanzate di imaging e combinando questi risultati con dati genetici. Con un preciso obiettivo: provare a comprendere meglio il modo in cui l’autismo si manifesta nel cervello femminile. L’autismo, infatti, è una condizione che ha a che fare con lo sviluppo del cervello e per indicare questa diversa organizzazione del sistema nervoso – rispetto a quella tipica – si parla di neuro-diversità. Vediamo, nel dettaglio, cosa hanno scoperto gli scienziati.

Stampa

Open Day 30 Aprile

Nel quadro dell'iniziativa promossa e organizzata da Fondazione A.R.C.A. la brochure con il programma per l'Open Day di Venerdì 30 aprile per il Mese dell'Autismo è possibile scaricarla cliccando qui.

Stampa

Richiesta urgente

Il documento in oggetto è stato firmato da 25 associazioni e 3 gruppi/pagine Facebook molto seguiti.

"Autismo: persone, bisogni diritti" è tra i firmatari.

Stampa

Autismo e selettività alimentare a scuola

https://www.ilmediano.com/autismo-e-selettivita-alimentare-a-scuola/

Autismo e disturbi pervasivi dello sviluppo: di cosa stiamo parlando?
È sicuramente uno degli argomenti più discussi ed analizzati nel panorama scolastico. Peccato che, talvolta, i dati scientifici di cui disponiamo, frutto di studi specifici e ponderati si perdono nella miriade di informazioni false che circolano sul web, depistando anche il più attento genitore o educatore. Altre volte, invece, capita che l’assimilazione delle nozioni subisca un forte rallentamento 
nella pratica educativa compromettendo l’esito del percorso.
Perseguire obiettivi di inclusione per un bambino che risulta poco “attrezzato” a vivere con gli altri, a causa dei deficit di interazione e comunicazione sociale oltre che di comportamento, tipologia di interessi e di selettività alimentare, rappresenta una grande opportunità per la famiglia ma anche per la scuola ed il bambino stesso. Opportunità che trovano la loro motivazione nella prospettiva sia di ricercare apprendimenti funzionali, sia di comprendere meglio il mondo con le sue regole e di generalizzare nella vita quotidiana apprendimenti specifici acquisiti in ambito riabilitativo.

Condividi su

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedin